Home » Shining – La luccicanza sta tornando

Shining – La luccicanza sta tornando

Shining
Una scena di Shining

Shining è un film di Stanley Kubrick del 1980, la sceneggiatura è stata realizzata dallo stesso Kibrick a quattro mani con Diane Johnson. La trama è basata sul romanzo scritto da Stephen King del 1977. Ad interpretare il protagonista Jack Torrance c’è Jack Nicholson, mentre la moglie Wendy è Shelley Duvall, il figlioletto Danny è Danny Lloyd.

La trama di Shining

Jack Torrance è uno scrittore che da tempo ormai è in cerca di ispirazione e di lavoro. Infatti ritrovandosi disoccupato, decide di accettare un impiego come custode invernale all’Overlook Hotel, un albergo incastonato tra le montagne del Colorado, in una zona piuttosto isolata. Avvertito dal direttore dell’albergo della forte solitudine data dai cinque mesi di isolamento, Jack accetta pensando sia invece un ottimo modo per riuscire a finire il suo romanzo.

Shining

Jack Nicholson nei panni di Jack Torrance

Wendy la moglie di Jack non proprio convinta di questa decisione, segue il marito insieme al figlio Danny. L’hotel è fantastico, immerso nel verde, ma ben presto Danny inizia ad avere strane visioni.  Il capocuoco Dick Hallorann che rivela a Danny che quelle visioni sono dovute ad una sua particolare capacità: la luccicanza, tra la preveggenza e la possibilità invece di vedere il passato. Infatti l’uomo avverte il bambino che potrebbe capitargli di vedere cose accadute in quel luogo molti anni fa. Inoltre lo esorta a non andare mai nella stanza numero 237.

Durante una grande nevicata, che blocca i collegamenti, Jack coglie l’occasione per andare avanti con il suo romanzo, Wendy si occupa dei lavori domestici e il piccolo Danny gira con il suo triciclo percorrendo tutti i lunghi corridoi dell’hotel. Girando per l’albergo Danny vede prima le gemelle Grady e successivamente i loro cadaveri, Jack invece è sempre più nervoso perché è bloccato con il suo romanzo. Un giorno mentre Wendy corre da Jack che sta urlando, Danny invece trova la porta numero 237 socchiusa e decide così di entrarci.

Da questo momento visioni e apparizioni iniziano a destabilizzare la famiglia Torrance. Sopratutto Jack perde il controllo della situazione non riuscendo più a distinguere ciò che è reale e ciò che non lo è.

Curiosità

Venne etichettato come film dell’orrore, ma potrebbe essere definito anche come un thriller fantastico con tocchi di parapsicologia. Nicholson in questa pellicola si trasforma a tal punto da esserne sfigurato, anche la vita privata ne ha risentito durante le riprese.

shining

La frase in inglese

La frase che Jack batte a macchina all’infinito non è uguale in tutti i paesi. Infatti nel film originale è: “All work and no play make Jack a dull boy” che in italiano suona come “Tutto lavoro e niente svago rendono Jack un ragazzo annoiato”. Ma Kubrick ha personalmente scelto le frasi per ogni lingua in cui il film fu tradotto. Per esempio in Italia diventa “Il mattino ha l’oro in bocca”, in Germania “Non rimandare a domani quello che puoi fare oggi”, oppure in Spagna “L’alba non arriverà prima, per quanto tu ti svegli presto”.

La riedizione

Dopo quasi quarant’anni Shining, il 21 e 22 ottobre 2019, sarà riproposto al cinema in versione estesa. Infatti il film distribuito nel 1980 aveva una durata di 119 minuti, mentre la versione iniziale di Kubrick durava ben 144 minuti.

Il doppiaggio, in Italia, vede di nuovo Giancarlo Giannini dare voce a Jack Nicholson, alias Jack Torrance, nelle scene inedite. Inoltre grazie alla scansione a 4K del negativo è stato possibile rimasterizzare l’intero film affinché fosse più nitida l’immagine proiettata.

Have your say!

0 0

Lost Password

Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

X