Home » A quiet place – Un posto tranquillo

A quiet place – Un posto tranquillo

A quiet place - Un posto tranquillo
A quiet place - Un posto tranquillo

A quiet place – Un posto tranquillo è un film del 2018 diretto da Jon Krasinski che, inoltre, interpreta la parte del protagonista insieme a Emily Blunt.

“Ascolta attentamente. Muoviti con cautela. Non fare mai rumore”.

La trama di A quiet place

La fattoria degli Abbott è un posto tranquillo. Ma in questa storia la tranquillità non è una cosa buona. I coniugi Abbott e i loro tre figli sono sopravvissuti nel silenzio, grazie anche alla loro conoscenza del linguaggio dei segni. Tutta la famiglia conosce molto bene il linguaggio dei segni perché la figlia maggiore è sordomuta. Sono costretti al silenzio perché le creature che hanno invaso il pianeta li troverebbero al minimo rumore. Ma ora è in arrivo il quarto figlio e fare silenzio non è più così semplice.

A quiet place - Un posto tranquillo

A quiet place – Un posto tranquillo

Erano i primi mesi del 2020 quando la popolazione umana e animale del mondo venne quasi sterminata da creature aliene. I sopravvissuti vivono nel silenzio. La famiglia Abbott vive nel silenzio della loro fattoria. Si recano al supermercato deserto per fare scorte. Fanno tutto il necessario per non attirare l’attenzione delle creature aliene con l’udito estremamente sviluppato che non possono vedere ma sentono benissimo.

La famiglia è composta dal padre Lee (Jon Krasinski), la madre Evelyn (Emily Blunt), i figli Regan (Millicent Simmonds), Marcus (Noah Jupe) e Beau (Cade Woodward).

Il silenzio dell’horror

Solitamente gli horror sono scanditi dai suoni. Un crescendo di suoni che crea ansia e tensioni. E le scene clou, poi, sono accompagnate da grida e urla. In A quiet place questo non è possibile. Le scene devono essere descritte dagli sguardi, dalle espressioni, con un’attenzione al dettaglio che, solitamente, non occorre in un horror.

A quiet place - Un posto tranquillo

A quiet place – Un posto tranquillo

I suoni, poi, qui giocano un ruolo fondamentale. In un silenzio assordante, che riempie le sale cinematografiche, che fa male e crea una tensione palpabile, ogni minimo rumore è essenziale e percepito come un pericolo. Ogni minimo rumore fa stringere le mani sui braccioli e socchiudere gli occhi. La tensione di questo tipo di horror è completamente diversa da quegli degli altri del suo genere.

Jon Krasinski in A quiet place – Un posto tranquillo

L’attore Jon Krasinski è al suo terzo film come regista ed è la sua prima volta con un horror. Nonostante ciò si comporta egregiamente. Un horror, thriller, fantascientifico, un lavoro che doveva essere fatto ad arte, perché non sono i suoni ad essere importanti in questo film, ma il silenzio. E così è stato.

A quiet place - Un posto tranquillo

A quiet place – Un posto tranquillo

Vince brillantemente la sua prova come regista, riuscendo a tenere alta, altissima, la tensione anche, e soprattutto, nei momenti di silenzio.

Incredibile è stata anche la performance degli attori. In primis proprio Jon Krasinski, nei panni del capo famiglia. Ma un lavoro eccezionale è stato fatto da tutti i protagonisti: da Emily Blunt e dai giovanissimi Millicent Simmonds e Noah Jupe.

Il tutto accompagnato da una colonna sonora che sa quando creare tensione anche in un posto tranquillo.

Have your say!

0 0

Lost Password

Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

X