Home » Volevo Nascondermi

Volevo Nascondermi

Volevo Nascondermi
Volevo Nascondermi

Volevo nascondermi è il film di Giorgio Diritti con Elio Germano come protagonista, sulla vita del pittore Antonio Ligabue. L’uscita del film era prevista per il 27 febbraio scorso, slittata a causa del Coronavirus e pronta, ora, ad arrivare nelle sale cinematografiche italiane, grazie alla recente riapertura.

La trama di Volevo nascondermi

Volevo nascondermi racconta la vita del pittore emiliano Antonio Ligabue. Il pittore naif, interpretato da Elio Germano, fu una figura di rilievo nell’arte contemporanea italiana e internazionale.

"<yoastmark

Ligabue dipingeva un suo particolare mondo. Nel suo mondo, sulle sponde del fiume Po e tra gli sterminati boschi di pioppi, vivono leoni, giaguari, gorilla, tigri.

Toni è il diminutivo con cui il pittore Antonio Ligabue veniva chiamato. Toni ha avuto un’infanzia e un’adolescenza difficile e sin da bambino ha trovato il suo riscatto nella pittura e nel disegno. Scappando dal mondo reale, fatto di emarginazione e solitudine.

Toni è il figlio di una donna italiana emigrata in svizzera. Da bambino è stato affidato a una coppia svizzera, con i quali ha un rapporto conflittuale. Viene cacciato dalla Svizzera in seguito all’aggressione alla madre adottiva e rimandato in Italia, dove si ritrova a vivere sulle sponde del fiume Po.

Qui scopre la sofferenza, la solitudine e l’emarginazione e inizia a dipingere. Il punto di svolta si ha quando incontra lo scultore Renato Marino Mazzacurati, che lo convince a fare dell’arte il suo mestiere e principale scopo di vita.

La diversità è forza

La storia di Antonio Ligabue, raccontata da Giorgio Diritti e interpretata da Elio Germano vuole essere un inno alla diversità. Quell’uomo povero, solo, nomade ed emarginato. Chiamato in Italia con l’appellativo di El Tudesc (Il tedesco), in modo dispregiativo, schernito.

"<yoastmark

Proprio lui, così “diverso” trova la forza di riscattarsi attraverso l’arte. Dipinge un mondo incredibile, fatto di realtà diverse, delle sponde del Po abitate da animali esotici. E diventa, così, uno dei pittori naif contemporanei più importanti e conosciuti.

Dimostra, così, che la diversità non è un ostacolo. La diversità è il più grande punto di forza della razza umana.

Giorgio Diritti e Volevo nascondermi

Volevo nascondermi è il lavoro di Giorgio Diritti, che da tempo sognava di raccontare la storia di Antonio Ligabue.

Il film è ambientato in Emilia Romagna, la regione tanto amata dal regista, che, grazie a lui, diventa protagonista del suo secondo film ambientato in quelle terre.

"<yoastmark

Girando Volevo Nascondermi ho risentito l’emozione de L’uomo che verrà. I due film sono parenti, perché raccontano di una dimensione popolare e sono entrambi una riflessione sulla vita e, spero, uno spunto di positività, slancio e ricrescita per lo spettatore”.

Giorgio Diritti voleva girare un film sul pittore da quando vide per la prima volta lo sceneggiato diretto da Salvatore Nocita e interpretato da Flavio Bucci, del 1977, “Ligabue”.

Inoltre, il regista ritiene che Volevo Nascondermi racchiude due principi decisamente attuali: l’essere e il sentirsi stranieri in terra straniera e il disagio che lascia il posto alla celebrità.

“Volevo nascondermi… ero un uomo emarginato, un bambino solo, un matto da manicomio, ma volevo essere amato”.

L’interpretazione di Elio Germano

Elio Germano veste i panni di un grande personaggio del mondo dell’arte, ma non è la prima volta che interpreta personaggi celebri del passato.

Nel 2016 interpretò niente di meno che San Francesco d’Assisi, nel film Il sogno di Francesco, diretto da Renaud Fely e Arnaud Louvet.

Mentre nel 2014 fu la volta di un altro artista tormentato, Giacomo Leopardi, nel film Il giovane favoloso, di Mario Martone.

Proprio l’interpretazione di Leopardi lo ha aiutato a vestire i panni di Antonio Ligabue, nato Antonio Costa, e tormentato sin dall’infanzia. Il pittore, ebbe, infatti, problemi fisici, come il gozzo e rachitismo, e disturbi mentali, che lo portarono fin dentro diversi centri psichiatrici.

Have your say!

0 0

Lost Password

Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

X