Home » Figli – Mastrandrea diventa padre bis

Figli – Mastrandrea diventa padre bis

figli film torre
Figli

Figli è un film del 2020 con la regia di Giuseppe Bonito, il genere è drammatico con momenti di ironia e sarcasmo.

La trama di Figli

Siamo a Roma e Nicola e Sara sono una coppia tranquilla e longeva, hanno anche una figlia di sei anni e la loro esistenza scorre serena con una routine prestabilita. Ma sta per arrivare una notizia che stravolgerà le loro vite. Sara è di nuovo incinta, arriva così Pietro.

I ritmi consolidati perdono il tempo, che viene scandito ora dai pianti del bimbo e da Sara che si sente isolata, sempre a casa, ci sono sempre più spese e Nicola fa fatica a pagare i conti del carissimo pediatra (che dovrebbe riuscire a calmare i pianti incessanti del bambino appena arrivato). La quiete familiare è rotta.

figli il film

L’arrivo di un nuovo figlio per Sara, Nicola e la piccola primogenita, stravolge tutte le abitudini e certezze

Riemergono così vecchi rancori, si creano nuove insoddisfazioni e bisogni, ogni cosa diventa lo spunto per un litigio. Sara ha sempre più bisogno di evadere e se anche riescono ad uscire, assumendo un’improbabile tata un po’ inquietante, finiscono per non sapere cosa fare una volta nel mondo reale.

Così iniziano mano a mano a crearsi una nuova routine, fatta di nonni indisponibili e pasticcioni, feste di carnevale, solitudine e stanchezza. Sara e Nicola sembra stiano per cedere miseramente alla fatica e ai dissapori creati da questo nuovo elemento in famiglia. Riusciranno a resistere e ritrovare il giusto equilibrio?

I primi tre mesi sono stati la quiete prima della tempesta. E se fossi stato un saggio capo indiano probabilmente avrei sentito la tempesta arrivare. – Nicola

Il cambio di regia

Questo doveva essere il terzo film da regista di Mattia Torre, infatti l’idea era nata dopo che Mastrandrea aveva recitato il suo monologo “I figli ti invecchiano” durante lo show “E poi c’è Cattelan” che aveva avuto molto successo facendo il giro dei social.

Purtroppo Mattia Torre (già regista di Boris – Il film e di Ogni Maledetto Natale) è mancato il 19 luglio del 2019, la regia è così passata a Giuseppe Bonito.

I due protagonisti di questa pellicola sono Valerio Mastrandrea (che aveva appunto letto il monologo diventato virale) e Paola Cortellesi, in passato i due avevano anche avuto una relazione e avevano lavorato insieme nel video musicale “La descrizione di un attimo”.

In Figli troviamo anche altri attori amici di Mattia Torre: Stefano Fresi, Valerio Aprea, Paolo Calabresi e ancora Andrea Sartoretti, Massimo de Lorenzo, Gianfelice Imparato e Carlo De Ruggeri.

Considerazioni sul film

Il film è un racconto e sin dall’inizio per ambientare la storia si possono anche vedere molte famiglie a confronto in uno spazio bianco sospeso: da quella hippy a quella più aristocratica. Facendo così entrare facilmente lo spettatore nella famiglia media rappresentata da Nicola e Sara fatta di scelte giuste e sbagliate, di prove e tentativi.

figli film

Il film è così un racconto dolce e amaro, a tratti anche divertente che però può strappare anche qualche lacrima

Di conseguenza lo spettatore si riconosce facilmente in questi personaggi così umani, ridendo o sorridendo a denti stretti, covando tensione e ansia, nella speranza che alla fine si risolva tutto per il meglio.

Un film da vedere per chi ha già più di un figlio, prima però è off limits. Perché è talmente vero che potrebbe creare qualche preoccupazione alle coppie in attesa del primo e del secondo figlio. Figli è una riflessione dolce e amara dell’essere genitori oggi, tra il desiderio di essere perfetti e l’impossibilità di esserlo, complicato dal fatto che ad ogni figlio c’è una trama in più da aggiungere alla tela della famiglia, con tutti i suoi complicati nodi.

Have your say!

0 0

Lost Password

Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

X