Home » Mulan (2020), torna in live action il classico Disney

Mulan (2020), torna in live action il classico Disney

Mulan (2020)
Mulan (2020), il nuovo remake Disney

“Mulan” (2020) è il nuovo remake in live action della Walt Disney Pictures. Sulla scia degli ormai celeberrimi Il Re Leone“, “Il Libro Della Giungla”, “Aladdin” e “Cenerentola”, continuano gli adattamenti in live action dei grandi classici animati Disney. Stavolta è toccato alla storia della guerriera cinese Mulan, che era sbarcata per la prima volta sui grandi schermi nel 1998.

Sembra proprio che i remake in live action siano la nuova frontiera dell’intrattenimento Disney. Queste pellicole sfruttano da un lato il potere della nostalgia amarcordiana, dall’altro la spettacolarità del live action e degli effetti speciali moderni.

I ricordi nostalgici delle pellicole animate che hanno accompagnato l’infanzia del pubblico si scontrano così con un realismo che permette di calarsi molto di più all’interno di trame e storie già conosciute e amate.

Mulan (2020), la sinossi del film

La storia del remake di Mulan riprende per molti aspetti quella del cartone Disney del 1998. Hua Mulan è una ragazza cinese che si trova a disagio nel ruolo impostole dalla società feudale della Cina. Ma non sono gli unici problemi con cui la protagonista dovrà confrontarsi.

Mulan, la protagonista del film

Mulan è una giovane donna costretta a fingersi uomo per andare in guerra al posto del padre malato

Dal Nord, infatti, arriva la minaccia spietata di una masnada di feroci predoni che mettono la Cina a ferro e fuoco. L’Imperatore ordina così a tutti gli uomini adulti di arruolarsi nell’esercito e andare a combattere, per tenere lontano il nemico e difendere la patria. Tra i convocati c’è anche il padre di Mulan, debole e infermo.

Mulan è attanagliata dal pensiero che il padre possa restare ucciso. Così, nottetempo, si traveste da uomo e fugge di casa, per prendere il posto paterno nell’esercito.

La giovane si troverà così catapultata nel campo di battaglia. Dove dovrà dare prova di tutto il suo coraggio, la sua determinazione e la sua grinta per tornare a casa dai suoi cari.

Quando il cartoon incontra la leggenda

Dalle prime indiscrezioni, nel remake in live action non vedremo né il drago parlante Mushu (che in italiano era doppiato da Enrico Papi), né gli spiriti degli antenati di Mulan.

Questo perché il film si avvicina molto di più alla leggenda originale da cui è stato tratto il cartoon del 1998. Tanto è vero che il nome della protagonista, ora, rispecchia esattamente quello della sua controparte storica; Hua Mulan, mentre nell’adattamento a cartoni si era scelto un cognome di fantasia (Fa).

Mulan tra cartoon e leggenda

Il nuovo remake si ispira sia al cartoon del 1998, sia alla leggenda cinese

Inoltre il personaggio di Mushu e gli antenati fantasma avevano scatenato aspre polemiche in Cina. Dove il film originale era stato accusato di mancanza di rispetto nei confronti delle tradizioni e della mitologia cinese.

Da qui l’idea di aumentare il realismo nel live action. Senza rinunciare però a effetti speciali ad alta tensione, soprattutto per le scene di combattimento.

Alla ricerca di Mulan

La ricerca dell’attrice protagonista è stata piuttosto difficile per gli studios della Disney.

L’interprete di Mulan doveva assolutamente essere un’asiatica, soprattutto per evitare le accuse di white-washing da parte del pubblico.

Il casting ha quindi richiesto molto più tempo del solito.

La protagonista Liu Yifei

Liu Yifei, di origini cinesi ma naturalizzata americana, è stata scelta per il ruolo della protagonista

I requisiti per la parte erano piuttosto singolari. L’attrice che avrebbe interpretato la giovane guerriera cinese doveva parlare un inglese fluente e, soprattutto, avere buone capacità nelle arti marziali.

Oltre 1.000 attrici si sono candidate per intepretare il ruolo di Mulan e le selezioni si sono svolte in cinque continenti. L’obiettivo? Trovare una donna “fighter” con l’animo della diva.

Impresa non facile, ma che è stata coronata dal successo quando la Disney ha ingaggiato Liu Yifei.

Una storia sulle donne e il loro coraggio

L’attrice, cinese ma naturalizzata statunitense, si confronterà nel film con il secondo grande personaggio femminile di questa pellicola.

Xian Lang, interpretata da Going Li, è la strega al soldo del villain Bori Khan (l’alter ego dell’unno Shan Yu nel cartoon). Dotata di poteri metamorfici (può tramutarsi in un falco) e telecinetici, il suo personaggio è stato aggiunto per dare una controparte negativa alla coraggiosa Mulan.

Xian Lang, la strega falco

La strega Xian Lang sarà l’antagonista del film e rivale di Mulan

In una Cina improntata a un fortissimo maschilismo, lo scontro finale vedrà protagoniste due donne che non si sottovalutano l’un l’altra, perché conoscono le difficoltà e le sfide che hanno dovuto affrontare prima del duello fatidico.

Il nuovo remake di Mulan sarà un’insegna al girl power? Forse, considerando soprattutto che anche la regista Niki Caro è una donna, per di più asiatica.

Il film uscirà negli Stati Uniti il 27 Marzo e in Italia, ancora una volta, con un giorno d’anticipo; il 26 Marzo 2020.

Have your say!

0 0

Lost Password

Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

X